diario_abilitare

La “reinvenzione” del modello di business in chiave digitale richiede che le diverse funzioni che attraversano l’organizzazione lavorino insieme in modo nuovo; questo può accadere solo grazie a investimenti e cambiamenti culturali di larga scala che devono necessariamente partire dal vertice dell’impresa.

Abilitare la trasformazione digitale

Qualche dato

  • Oltre il 60% dei fondi del PNRR (circa 30,6 miliardi) è dedicato alla digitalizzazione delle imprese
  • A oggi il 25% delle PMI italiane ha raggiunto una “maturità digitale”, mentre il 50% è in trasformazione
  • Fra le imprese avviate alla trasformazione digitale, il 70% non riesce a realizzare appieno i propri obiettivi
  • In media solo il 7% delle aziende è guidato da un vertice “digitalmente competente”


[ dati: Sole 24Ore / Harvard Business Review ]

Attenzione a gerarchie e burocrazia

Le figure organizzative più centrali per lo sviluppo in chiave digitale (per esempio, Chief technology Officer o User Design Chief) lavorano solitamente a due/tre livelli organizzativi inferiori alla prima linea. Questa distanza genera disconnessione e mancato coinvolgimento decisionale, generando come conseguenza una gestione burocratica – e temporalmente inefficiente – dei processi. Al contrario – come dimostra una recente ricerca MIT – , le imprese che includono nel proprio board almeno tre figure strettamente legate alla transizione digitale registrano un +17%  nei propri margini di profitto e una crescita di ricavi più alta del 38%.



Centralità di CEO/Imprenditore

Chi guida l’organizzazione ha la responsabilità di orientare la trasformazione digitale in prima persona, anzitutto facendo propria una convinzione: non si tratta semplicemente di diventare digitali, ma di creare valore per il proprio business. Questo significa ispirare l’evoluzione culturale, affrontare con attenzione la resistenza al cambiamento e, ovviamente, incarnare un esempio autorevole focalizzandosi con costanza su prodotti, user experience, tecnologia.



Come abilitare il cambiamento

I capisaldi di una strategia di trasformazione digitale guidata dal vertice dell’organizzazione possono essere così riassunti:

  • affiancare alla “triade” CEO-CFO-CHRO una figura di  “data leader” capace di dare forma a decisioni legate ad allocazione del capitale, strategia, organizational design e gestione del rischio;
  • comprendere come utilizzare tecnologia e dati per affrontare issue legate alla propria industry e aprirsi a nuove opportunità, diventando una “impact-driven organization”;
  • rivedere i processi principali chiarificandone la governance, al fine di ridurre l’ambiguità dei processo decisionali e mantenere contenuta la catena di trasmissione manageriale;
  • attrarre nuove leve e alimentare e motivare un “vivaio” che consideri il digital mindset prioritario, lavorando al fianco dell’HR per creare percorsi di carriera orientati all’apprendimento continuo e all’ingegnosità collettiva.